Contatore accessi gratis Le Blanchiseur Fou


Le Blanchiseur Fou

un laboratorio teatrale ideato e diretto da Sonia Antinori
mediazione interculturale Stefania Scuppa

mediazione linguistica e trainer Innocent Kaboré

con Amehd Congo, Souleymane Drabò, Romen Kaborè, Faysale Kindo, Alassane Nikiema, Alphonse Nikima, Roger Nikima, Lamoussa Ouba, Michel Ouedrago, Mohamed Ouedrago, Rasmanè Ouedrago, Daouda Saudogo, Sampawende Sawadogo, Abdoulaye Sooré, Souleymane Zongo, Moussa Tbsuba, Cheickh Traoré, Nana Wakabu, Kader Widrago, Roland Widrago, Rasmane' Ziba e con Eliace, Hermanne, Raimond, Senny, Wahabo

Oh! Vecchio strambo! Pensi che ti amerò perché hai i soldi? No, non ti amo. Io amo Bila.

Nell’estate del 2008 presso il Centro ANERSER (Association Nationale pour l'Education et la Réinsertion Sociale des Enfants à Risques) di Ouagadougou, in Burkina Faso, si è tenuto un laboratorio teatrale per ragazzi condotto da Sonia Antinori, con la mediazione interculturale di Stefania Scuppa e la collaborazione dell’attore burkinabè Innocent Kaboré. La struttura ospita un numero variabile di bambini e adolescenti, spesso provenienti dalle zone rurali del paese e senza famiglia. A ciascuno di loro vengono assicurati un posto letto e due pasti giornalieri. Le risorse destinate a percorsi formativi sono ridotte, nonostante inizialmente si siano tenuti corsi di alfabetizzazione, e l’intero edificio è attualmente in condizioni precarie. Ciononostante il Centro è luogo di aggregazione a cui si orientano anche molti giovani e giovanissimi del quartiere, che in occasione di iniziative ed eventi vengono coinvolti nelle attività formative e ricreative senza particolari formalismi. Il percorso, della durata di un mese, ha previsto laboratori teatrali a cadenza quotidiana, che si sono svolti nelle lingue di origine dei partecipanti (tra cui more e dioula), tradotte in francese da un assistente interno all’istituto. Attraverso esercizi di fiducia e improvvisazioni, training fisico, vocale e giochi scenici, i partecipanti si sono raccontati in modo indiretto, dando corpo a immagini interne profondamente radicate, toccando temi del loro vissuto. Ha così preso vita una galleria di personaggi, a volte interpretati con impressionante realismo, tra cui ricorrevano gli archetipi della vita sociale africana: l’ubriaco, il marito violento, la moglie sottomessa, l’accattone, la ragazza da marito, il matto, l’arricchito, il malavitoso. Dalle libere associazioni dei ragazzi sono state imbastite in collettivo due storie a canovaccio, che i giovani attori hanno messo in scena suddivisi a gruppi. Lo spettacolo Le blanchiseur fou (Lo stiratore pazzo) è andato in scena a conclusione delle attività durante una grande festa di quartiere, nel cortile del Centro, adibito a palcoscenico.


play-video play-video

Contatti

Associazione Malte
Via Raffaello Sanzio, 14
Ancona (AN) - 60125
Italy
Codice Fiscale: 90039190377
Partita Iva: 02661771200
email: info@maltezoo.eu

Prossimi eventi

No events to display

Eventi Passati

Back to Top